Secondo la legge francesedell’educazione del 1998:

 

« L’associazione dei genitori di allievi lavora negli interessi degli allievi della scuola, con il preside, il consiglio d’amministrazione ed il corpo insegnanti, per costruire un partenariato efficace tra casa e scuola. Essa sostiene i genitori della scuola ». Nel campo dell’educazione, la ricerca condotta sull’implicazione dei genitori a scuola, prova che i ragazzi riescono meglio se i genitori stessi lavorano insieme agli insegnanti.

  

 

  

Codice dell'éducazione     Versione consolidata al 6 octobre 2012

Il Decreto n°2006-935 del 28 luglio 2006, negli articoli D. 111-6 a D. 111-15 definisce il campo d’azione e i diritti delle associazioni dei genitori di allievi. Le associazioni dei genitori di allievi raggruppano esclusivamente dei genitori di allievi ai quali sono assimilate le persone aventi la responsabilità legale di un allievo ed hanno per oggetto la difesa degli interessi morali e materiali comuni ai genitori di allievi. Le associazioni dei genitori di allievi possono prendere conoscenza ed ottenere una copia della lista dei genitori degli allievi della scuola, contenente i
loro nomi, indirizzi postali ed elettronici, alla condizione che sia stata data un’autorizzazione a questo.

 

Devono beneficiare di mezzi materiali d’azione, in particolar modo di una “buchetta della posta” e di un’affissione, situati in un luogo accessibile ai genitori.

Il direttore della scuola, o il preside, deve permettere alle associazioni dei genitori di allievi di far conoscere le proprie azioni agli altri genitori. Per questo i documenti rimessidalle associazioni sono distribuiti agli allievi per essere dati ai propri genitori.

 

Negli stabilimenti scolastici i rappresentanti dei genitori di allievi facilitano le relazioni tra i genitori ed il personale. Possono intervenire accanto ai direttori scolastici o ai presidi, per evocare un problema particolare ed assicurare cosi’ una mediazione alla domanda di uno o più genitori interessati. In ogni circostanza, i rappresentanti dei genitori sono tenuti alla confidenzialità riguardo ogni informazione di carattere personale di cui sono a conoscenza.

 

Un locale della scuola puo’ essere messo a disposizione dei rappresentanti dei genitori, in maniera temporanea o permanente, in particolare per l’organizzazione di riunioni, durante o al di fuori del tempo scolare.


Ogni rappresentante dei genitori di allievi deve poter
rendere conto delle azioni che sta svolgendo.

PETITES ANNONCES